REBELLION DU NORD OUEST

DISTURBO NEL NORD OVEST
1783 - 1794

 

Alcuni ex alleati nativa Gran Bretagna decidono di rimanere nella nuova repubblica americana, una scelta che molti ne pentirete. Una volta che i divieti imposti dal proclama reale del 1763 e il trattato di Fort Stanwix 1768 sono abolite, la posizione del governo americano è che le nazioni che hanno combattuto dalla parte britannica durante la guerra dei popoli conquistati e dei loro territori viene incamerata. Richiede trattati duri Iroquois ancora vive negli Stati Uniti, cacciandoli dal loro territorio tradizionale per loro confinamento alle riserve. Ironia della sorte, il peggio trattati sono il Oneida e Tuscarora che hanno sostenuto i rivoluzionari durante la guerra. Gli americani hanno meno fortuna con i popoli Algonquian e irochesi che vivono più a ovest nella valle dell'Ohio. Più numerosi, più uniti per difendere il loro territorio e dei centri più lontani della popolazione bianca, si rifiutano o qualsiasi modifica del confine del fiume Ohio nel set 1760, il governo americano vittorioso, ma sull'orlo del fallimento considera questa regione come il suo patrimonio, eredità, e ha bisogno del ricavo dalla vendita di questa terra per ripagare ingenti debiti di guerra. Tutto è a posto per un nuovo conflitto.

 

Le nazioni occidentali (gli stati moderni di Illinois, Indiana, Michigan e Ohio), fondata nel 1786, una nuova confederazione che chiamavano "l'indiano Nazioni Unite" per difendere il loro territorio . Il giovane governo americano in bilico tra una massa di coloni che intendono stabilirsi nella zona Ohio e intrattabili aborigeni sono irremovibile per mantenere il fiume come confine, dovrebbe intervenire militarmente gli insediamenti dopo la Confederazione indigena aveva attaccato illegalmente situato sul lato del fiume. Nel settembre 1790, il generale di brigata Giosia Harmar è stato ordinato "di espellere, se possibili" aggressori e alla testa di 1.400 regolari e milizie, si trasferisce a Fort Washington (ora Cincinnati) a invadere territorio miami. E 'tornato alla sua base meno di tre settimane più tardi, dopo aver perso più di 200 uomini e avendo dovuto accontentarsi di bruciare alcuni villaggi abbandonati.

 

Gli americani hanno perso ogni speranza di una rapida vittoria. Il membro del Congresso riassume la situazione: "Stiamo affrontando una terribile guerra indiana", perché il governo federale, piuttosto che essere umiliato da spedizione Harmar, "appare determinato a perseguire una guerra generale." In estate inizi del 1791, il generale Arthur St. Clair porta una maggiore forza - 1.500 abituali e 800 miliziani - ma dovrebbe ritardare la sua partenza per guidare un esercito di reclute un membro dello stato -Major chiama "spreco di Città e paesi, aveulis da l'ozio, la dissolutezza e vizi di ogni genere." St. Clair non può iniziare fino a settembre, a passo di lumaca e accompagnato da una vasta orda di civili. All'alba il 4 novembre 1791, il campo di St. Clair, fondata sulle rive del fiume Wabash, è stato attaccato da duemila guerrieri guidati da Shawnee Giacca blu, e il Miami Michikinikwa (Vanessa), i signori della guerra Confederazione. Vecchio, malato e debole, St. Clair riuscito ad avere sentinelle intorno al campo mal situato, ma i primi due attacchi sono ancora respinto.

Tuttavia, un testimone dice, guerrieri, 'irritato oltre ogni misura "sufficiente piegarli a riorganizzare 
... In breve, dove si sono raggruppati e ogni tribù, ciascuna guidata da un proprio, sono tornati all'attacco, come le Furie e catturato quasi subito di circa la metà campo - hanno trovato una fila di sacchetti farina e le disposizioni che fungevano da un bastione dietro il quale per il fuoco costante e nutriti; Gli americani accusati più volte con la baionetta, ma sono stati respinti ogni volta; Infine, il generale Butler, comandante in seconda, è stato ucciso, confusione sequestrato gli americani, hanno dovuto abbandonare le loro armi, che sono stati uccisi un centinaio di loro uomini più valorosi, la rotta divenne generale, e divenne il più gran casino; Indiani cacciati i sei chilometri e molti vittime della loro furia caddero.

Alla fine del fidanzamento, gli americani hanno 647 uomini uccisi e 229 feriti; hanno perso anche 21 pezzi di artiglieria e tutte le loro forniture. Tra le persone aborigene, ci sono una cinquantina di guerrieri uccisi o feriti. La battaglia di Wabash è la più grande vittoria militare mai vinto dagli aborigeni oltre le forze armate degli Stati Uniti.

 

In seguito a questo trionfo, lo scempio Confederazione nord-ovest per quasi due anni le insediamenti sul lato indiano del confine nel 1768, ma non riesce ad attaccare sul suolo americano. Gode ​​tutta questa lotta, le raccomandazioni Dipartimento britannico per gli Affari indiani Detroit, però, consapevole che le sue richieste di sostegno militare, mentre la Gran Bretagna ha mantenuto le sue posizioni a sud del confine. La Gran Bretagna si offre come mediatore e propone la creazione di uno stato indigeno neutrale e indipendente tra il Mississippi, Ohio e dei Grandi Laghi, ma, come ci si potrebbe aspettare, il governo americano rifiuta che considera un'ingerenza inopportuna nei suoi affari interni. Per quasi tre anni, la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, la Confederazione del Nord Ovest e le Sei Nazioni del Canada (rappresentato da Joseph Brant) stanno organizzando una serie di conferenze nella speranza di risolvere la controversia sulla confini, ma aborigena Northwest non danno un pollice, tenendo fermamente convinto che il fiume Ohio è ancora la frontiera.

 

I loro sogni di indipendenza sbriciolano nel 1794, quando un nuovo esercito americano, questa volta ben addestrato e comandato dal maggiore generale Anthony Wayne, invase il loro territorio e spinge una serie di attacchi aborigeni prima di vincere nel mese di agosto, il grande vittoria americana a Fallen Timbers. Quando i comandanti militari britannici rifiutano l'assistenza militare ai guerrieri indigeni in piena ritirata, la Confederazione nord-ovest comincia a rompere. La tensione nei rapporti tra Gran Bretagna e Stati Uniti, aggravata dai disordini nel Nord-Ovest e l'attrito in alto mare, svanisce con la firma del Trattato di Jay (1794). Per questi ultimi, la Gran Bretagna cede le posizioni che ha tenuto sul suolo americano in cambio di una garanzia che i soggetti britannici e gli aborigeni saranno liberi di attraversare il confine a volontà. Questo disperazione Confederazione problema: gli inglesi hanno ancora abbandonato. Alcune persone aborigeni fuggono verso il Canada, ma la maggior segno con Wayne nel 1795 un trattato di pace che dà tutti gli americani valle dell'Ohio. Resistenza negli Stati Uniti, che durò 12 anni, è rotto, ma sarà comunque previsto tempo sufficiente per il giovane provincia del Canada superiore a mettere radici e fiorire.

Ajouter un commentaire

Vous utilisez un logiciel de type AdBlock, qui bloque le service de captchas publicitaires utilisé sur ce site. Pour pouvoir envoyer votre message, désactivez Adblock.

Créer un site gratuit avec e-monsite - Signaler un contenu illicite sur ce site

×